Briciole di pane
Acqua
Acque a specifica destinazione

Acque dolci superficiali destinate alla produzione di acqua potabile

Il monitoraggio ha come obiettivo la valutazione della conformità delle acque superficiali destinate alla produzione di acqua potabile secondo quanto stabilito dal d.lgs 152/2006, art. 80 e all. 2 della parte III “Norme in materia ambientale”. La Regione individua i corpi idrici superficiali di acqua dolce (fiumi, laghi naturali e invasi artificiali) sui quali l'ARPA Lazio effettua il monitoraggio. Sulla base delle caratteristiche chimiche, fisiche e microbiologiche, tali acque sono classificate in tre diverse categorie alle quali corrispondono diversi trattamenti di potabilizzazione. La verifica della conformità alla classificazione attribuita permette alla Regione di valutare se le acque sono sottoposte al processo di trattamento di potabilizzazione previsto dalla norma. Ogni anno vengono controllate 5 stazioni di acque superficiali destinate alla produzione di acqua potabile.

Rete di monitoraggio (sessenio 2021 - 2026)


Acque dolci superficiali idonee alla vita dei pesci

Il monitoraggio ha lo scopo di verificare se le condizioni idromorfologiche, fisiche e chimiche sono idonee alla vita delle varie specie di pesci, come previsto dal d.Lgs 152/06, art. 84 e all. 2 della parte III “Norme in materia ambientale” oppure se richiedono protezione e miglioramento. La rete di monitoraggio nel Lazio è costituita da 37 stazioni, localizzate presso corsi d'acqua scelti come rappresentativi dell’intera rete fluvial, presso le quali l'Agenzia effettua il monitoraggio con frequenza mensile o bimestrale. A seguito del completamento del monitoraggio, la Regione Lazio verifica le conformità valutando i risultati dei tratti indagati.

Rete di monitoraggio acque destinate alla vita dei pesci (sessennio 2021 - 2026)

Conformità delle acque destinate alla vita dei pesci - Rapporto 2010 - 2016