Briciole di pane
Radioattività
Il radon

Il radon è un gas di origine naturale, incolore, inodore e insapore, prodotto dal decadimento radioattivo dell'uranio presente nel suolo e nelle rocce. È classificato tra le sostanze cancerogene e, secondo studi dell'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) rappresenta la seconda causa al mondo di tumore polmonare dopo il fumo. Si stima che in Europa il radon sia all'origine del 2% dei decessi per tumore.

Il radon è presente praticamente ovunque, ma in determinate condizioni, come in luoghi chiusi (case, scuole e ambienti di lavoro), può raggiungere concentrazioni elevate e dannose per la salute umana. Sulla base delle evidenze scientifiche sono stati fissati alcuni livelli di riferimento per abitazioni e luoghi di lavoro, al di sotto dei quali si ritiene il rischio accettabile. Tali valori variano nei diversi paesi a seconda delle legislazioni vigenti e sono per lo più compresi tra 150 e 400 Bq/m³.

Il becquerel per metro cubo — Bq/m³ — è la grandezza di riferimento utilizzata per valutare l'attività del radon e rappresenta il numero di decadimenti nucleari che hanno luogo ogni secondo in un metro cubo d'aria.

Per approfondire scarica il documento: